BACCALA’ ALLA VICENTINA

Vi capita talvolta di pensare : – Cosa posso preparami di buono oggi solo per me ? – Sì, voglio regalarmi una coccola ….. un piatto  veramente : confortante !!!! Oggi è il mio compleanno … ma non ho voglia di  a mangiare fuori …. Voglio gratificarmi con qualcosa di speciale : fatto da me …. – ? Detto … fatto :

Baccalà alla Vicentina !!! Questa è la ricetta della mia mamma (che non è nata proprio a Vicenza, ma 40 Km più in là, a Bassano del Grappa) !!!

Fin dai tempi più remoti il merluzzo è stato uno dei pesci più abbondanti, infatti già i Vichinghi pare approfittassero delle facili e abbondantissime pesche per trarre sostentamento.  Le notizie sul  suo consumo si perde nella notte dei tempi …. e molti lo considerano il ” maiale di mare” . Del merluzzo, come del maiale, non si butta via niente : con la testa e le pinne si ricava la colla di pesce, con le interiora e gli scarti si producono fertilizzanti e dal fegato si estrae il famoso “olio di fegato di merluzzo” che le nostre nonne, un tempo,  consigliavano ( più o meno forzatamente!) ai bambini, perché  ipervitaminico,  ricco di vitamina A e  D,  nonché,  dei “famosi”  acidi grassi omega 3.

La ricetta ha origini antiche la “Confraternita del Bacalà” , riporta una leggenda secondo la quale “Si racconta che, nel 1269, i vicentini che tentavano l’assalto al castello di Montebello, difeso dai veronesi, alle guardie che gridavano altolà, rispondessero: oh, che bello, noi portiamo polenta e baccalà. E subito i veronesi, golosi, spalancarono il portone…” Sempre  secondo il sito ufficiale è  corretto fare una distinzione : i vicentini chiamano lo stoccafisso con il nome di Bacalà (con una c solamente),  perché’ a Vicenza  quando si parla di Baccalà (con due c) ci si riferisce a quello salato non a quello secco.  Io ho preparato il baccalà con due “c”. Preparandolo il giorno prima, noterete che  acquista ancora più sapore e  bontà . Servitelo con una polenta morbida, oppure, come ho fatto io  accompagnato con della polenta abbrustolita. Fantastico !!!! Provare … per credere !!!baccalà_vicentina

INGREDIENTI per 4 PERSONE:

– 800 g di Baccalà

– 250 g di cipolle

– 6 cucchiai abbondanti di olio  extravergine d’oliva

– 1/2 litro di latte

– 3 acciughe dissalate

– 1 spicchio d’aglio

– 1 mazzetto di prezzemolo

– 1/2 bicchiere di vino bianco

– farina q.b.

– 50 g di burro

– 50 g di parmigiano grattugiato

– sale e pepe

PREPARAZIONE:

Dopo aver tenuto a bagno il baccalà almeno 24 ore e aver cambiato ripetutamente l’acqua, spinatelo, privatelo della pelle e tagliatelo a pezzi.  In un tegame con abbondante olio fate dorare a fuoco basso le cipolle finemente affettate, poi dopo che saranno appassite unite le acciughe dissalate, deliscate e leggermente battute a coltello. Quindi aggiungete un trito di aglio e prezzemolo. Sfumate con il vino bianco. Quando il vino sarà quasi completamente evaporato aggiungete il latte. Nel frattempo infarinate leggermente i pezzi di baccalà e disponeteli, senza sovrapporli,  in  una pirofila di coccio, dove avrete fatto sciogliere preventivamente il burro. Ricoprite il baccalà con il soffritto, aggiungete il parmigiano, aggiustate di sale e di pepe. Lasciate cuocere il tutto a fuoco lento fino a che il latte sarà stato completamente assorbito. Buon appetito !!!!

Annunci

4 thoughts on “BACCALA’ ALLA VICENTINA

  1. Pingback: Notizie dai blog su Ricette di pesce Baccalà ai peperoni

  2. Pingback: Notizie dai blog su Le vostre ricette realizzate da me: baccala’ all’ebraica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...